Prof. Michele Geraci

Premiato il Sottosegretario di Stato presso il MISE

IL “GEI FRIENDSHIP AWARD”
AL PROF. MICHELE GERACI 

New York, 27 novembre – Il Sottosegretario di Stato al Commercio Internazionale, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, Prof. Michele Geraci, è stato premiato oggi con il “GEI Friendship Award” nel corso di una colazione data in suo onore dal GEI – Gruppo Esponenti Italiani.

Al termine della colazione nella sala di un elegante ristorante di Manhattan, con menù e vini strettamente italiani, il presidente del GEI, Lucio Caputo ha presentato l’illustre ospite al qualificato pubblico presente e fra gli applausi dei presenti, gli ha consegnato, a nome del Gruppo Esponenti Italiani, il prestigioso premio.

Nella sua presentazione il presidente del GEI ha sottolineato come il Prof. Geraci sia un ingegnere elettronico, un banchiere di investimento, un docente universitario di finanza ed un esperto di economia cinese.

Michele Geraci, ha detto il presidente Caputo, si è laureato in ingegneria elettronica presso l’Università di Palermo, dove è nato, conseguendo quindi un MBA presso il M.I.T. di Boston.

Il Prof. Geraci ha iniziato la sua carriera lavorativa a Londra, come ingegnere elettronico, presso la British Telecom prendendo parte alla progettazione dei satelliti Eutelsat, utilizzati per le emissioni televisive in Europa.

Ha quindi proseguito la sua carriera quale “Investment Banker” a Londra e a Wall Street in banche di investimento quali Merrill Lynch, Bank of America, DLJ, Schroders e come responsabile dei settori European Telecom Research e Latin America Telecom Research.

Dal 2008 al 2018 ha vissuto in Cina dove è stato Assistant Professor of Finance presso la Business School della Nottingham University, capo del Global Policy Institute nonché Adjunct Professor of Finance presso la New York University di Shanghai e la Zhejiang University di Hangzhou.

Nel periodo trascorso nella Repubblica Popolare Cinese, il Prof. Geraci ha scritto regolarmente sul China Daily ed è stato editorialista di Caixin Magazine nonché de Il Sole24Ore/Radiocor. Per quattro anni consecutivi è stato inserito da Milano Finanza nella lista dei 50 maggiori esperti italiani in materia cinese ed è stato considerato uno dei cinque migliori esperti di media dall’Università di Nottingham.

Il Prof. Geraci ha insegnato anche in Europa in corsi sull’economia cinese presso l’Università LUISS di Roma e presso la Copenhagen Business School. Parla italiano, inglese, cinese, spagnolo e francese.

Per la sua attività è stato recentemente insignito del titolo di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia.

Nello scorso giugno, ha concluso Caputo, il Prof Geraci è stato nominato Sottosegretario di Stato presso il Ministero dello Sviluppo Economico, con la particolare responsabilità di seguire il Commercio Estero e gli Investimenti. In questa sua posizione dovrà seguire le esportazioni italiane nella attuale complicata situazione internazionale.

Alla colazione, tenutasi a ridosso del weekend di Thanksgiving, hanno preso parte numerosi e qualificati ospiti che includevano VIP, esponenti del mondo imprenditoriale ed rappresentanti dei media .

Fra questi: l’Ambasciatrice Mariangela Zappia, Rappresentante Permanente presso le Nazioni Unite,  il Console Generale, Ministro Francesco Genuardi, Il Commissioner del FDNY, Daniel Nigro, il Presidente dell Greater New York Chamber of Commerce, Mark Jaffe, il Consigliere Lamberto Moruzzi dell’Ambasciata d’Italia a Washington, il Presidente della Foreign Policy Association, Noel Lateef, il Rappresentante della Banca d’Italia, Giovanni Majnoni, il Direttore dell’ICE di New York, Maurizio Forte, il Presidente della IACC, Alberto Milani, il Consigliere Diplomatico del Sottosegretario, Sergio Maffettone, il Generale dei Carabinieri Giulio Micale, Addetto Militare presso la Rappresentanza Permanente presso le Nazioni Unite, e le Vice Consoli Gen. Silvia Limoncini e Chiara Saulle.

L’elenco dei numerosi ospiti che hanno gremito il  grande salone del ristorante, e che, per motivi di spazio, ci scusiamo di non poter elencare tutti, includevano: Annie Borello Fiorilla di Santa Croce (Studio Fox Horan & Camerini), Fabrizio Bartolozzi (FB International), Giuseppe Brusa (GC Consultants), Giorgio Caputo (JOHCM USA), Gisella L. Caroti (Herzfeld & Rubin), Joseph Cozza (Marriott International), Alberto Cribiore (Citibank), Bruno Crocco (Crocco SpA), Cecilia DeAngelis e Olivia Ribbe (Marriott), Frank Desiderio (Studio GDLSK), Kimberly Fry ( AC Hotel NY), Gianluca Galletto (Smart City), Francesco Montrone (De Cecco USA), Luciano Moresco (Luciano Moresco Co.), Hon. Eugene Nardelli (Studio Boies, Schiller & Flexner), Berardo Paradiso (IACE), Giovanni Pellerito (GP Communications), Vittorio Pessina (CGIE), Elena Pirondini (UNFPA), Diego Rodinò di Miglione (Cushman & Wakefield), Alessandra Rotondi (Givenchy Fifth Avenue), Stefano Schiavello (Deloitte), Giovanni Spinelli (Studio Pavia & Harcourt), Federico Tozzi, (IACC), Francesca Verga (La Scuola d’Italia) ed Enzo Viscusi (ENI),

Fra i giornalisti: Letizia Airos (i-Italy), Ornella Fado (Brindiamo Tv), Andrea Fiano (Global Finance Magazine), Francesca Leoni (RAI Radio 1), Paolo Mastrolilli (La Stampa), Alessandra Moia (LaVoce di New York), Giampaolo Pioli (Quotidiano Nazionale), Vito Racanelli (Barron’s) e Valeria Robecco (ANSA).

>>>>><<<<

 

Advertisements